La primavera di Alice Springs ed Helmut Newton.

blog sulla fotografia di enrico ratto

Occhi puntati su Alice Springs, a.k.a. June Newton, che in questi mesi è protagonista di almeno tre iniziative interessanti per sè e per l’eredità di immagini lasciata dal marito Helmut Newton.

june newton alice springs June Newton (sinistra) insieme a Andrée Putman al Restaurant Les Bouchons, Parigi fotografata Roxanne Lowit nel 1981.

Innanzitutto Taschen ha ripubblicato lo scorso febbraio il libro Alice Springs Photographs (uscito per la prima volta nell’agosto 2010).
Dopo una lunga serie di libri dedicati ad Helmut Newton – si può dire che il mito della casa editrice sia indissolubilmente legato al fotografo tedesco, basta pensare al leggendario (per qualità e per dimensioni) volume SUMO - Alice Springs Photographs ha dimensioni più contenute e raccoglie i migliori scatti di June Newton a partire dal 1970. Taschen aveva già pubblicato un volume dedicato alla fotografa: Mrs Newton a cura di June Brown.

alice springs taschen Alice Springs Photographs, Taschen. La foto di copertina è stata realizzata da Alice Springs per il magazine Depeche Mode: il direttore chiede ad Helmut Newton di collaborare, ma lui ha già un contratto con Condè Nast. Inizia così a fotografare per la rivista la moglie June.

Alice Spings Photographs si apre con la primissima fotografia per la campagna Gitanes nel 1970, scattata al posto e per conto di Helmut Newton. We sent it to the client and I knew I was in business when a cheque arrived in the mail addressed to Helmut, racconta June Newton, ricordando l’episodio.
Ci sono poi le collaborazioni con il magazine Depeche Mode e l’advertising con le immagini a tutta pagina che hanno fatto la storia del marchio Jean Louis David negli anni ’70, per finire con i portraits di colleghi e celebrità icone degli anni ’80: David Byrne, Sting, Richard Avedon, Ridley e Tony Scott, Karl Lagerfeld, Jean Paul Gaultier, Gianni Versace.

jean paul gaultier alice springs Jean Paul Gaultier fotografato da Alice Springs a Parigi nel 1985

Ma naturalmente in questo libro c’è anche molto Helmut Newton: un bellissimo ritratto del 1982 tra i giardini del Casinò di Monte-Carlo (dove entrambi hanno vissuto più di trent’anni), i backstage dei servizi di moda del marito tra i grattacieli, il mare, i cantieri sempre aperti del Principato. E infine c’è Los Angeles, la seconda da casa di Jane e Helmut Newton: il Chateaux Marmont, Hollywood, il deserto californiano, le pose degli Hells Angels.

helmut newton montecarlo Helmut Newton fotografato a Montecarlo da June Newton, a.k.a. Alice Springs, 1982.

Tutto questo fa parte della mostra People, fino al 22 aprile 2012 presso la Galleria Sozzani di Milano (Corso Como 10). La retrospettiva che raccoglie 40 anni del lavoro di Alice Springs.
Se si scorre la produzione di Helmut e June Newton, sembra di assistere al “chi è chi” della scena della moda, del jet set della cultura mondiale contemporanea.

Infine, a quasi 10 anni dalla morte, dal 24 marzo al 17 giugno 2012 Parigi celebra Helmut Newton al Grand Palais con più di 200 opere.
Un evento: per la prima volta un fotografo entra al Grand Palais.
June Newton attraverso la fondazione Newton di Berlino ha lavorato molto alla riuscita di questa retrospettiva e, molto semplicemente, ha dichiarato al magazine francese Photo che essere il primo fotografo ad essere esposto qui è sempre meglio che essere l’ultimo. Aimez-vous l’idée qu’Helmut Newton soit le premier photographe è etre exposé au Grand Palais? C’est mieux que le dernier!.

helmut newton parigi Point of View, Parigi, Helmut Newton. helmut e june newton mostra us and them L’affiche di Us and Them, l’esposizione del 2004 dedicata ad Helmut Newton e Alice Spings che ha inaugurato la Fondazione Newton di Berlino.

Commenta

commenti

, , ,

About the author

View all articles by Enrico